aerosol

Ritorna l’aerosol con i primi raffreddori

Il nebulizzatore o aerosol è ormai diventato un oggetto di uso comune per i bimbi e per chi soffre di problemi all’apparato respiratorio. Si sa i bambini da piccoli sono sempre in preda ai raffreddori soprattutto poi se vanno all’asilo nido, alla materna o alla scuola primaria. Infatti durante questo periodo ricompaiono le prime sinusidi.

Grazie però a questi apparecchi e soprattutto alla loro tecnologia, curare queste patologie è molto più semplice. Trovato il miglior aerosol siamo già a buon punto.

I nebulizzatori sono in grado di micro filtrare sia il medicinale oppure la famosissima acqua di sirmione. Infatti molto spesso quando l’infezione non è grave, i pediatri prescrivono questa acqua per migliorare i bronchi dei bambini e sciogliere il muco.

La cura con aerosol garantisce garantisce una guarigione più veloce rispetto alle classiche cure effettuate con sciroppi o compresse. Proprio per questo medici e pediatri sono d’accordo nel prescrivere sessioni di medicinali tramite vie aeree

Quali sono le tipologie di aerosol presenti sul mercato?

Vengono sicuramente divise in due fasce. Quelli pneumatici (molto rumorosi ma davvero efficaci) e quelli a ultrasuoni.

Aerosol pneumatici

Gli aerosol pneumatici o con compressore sono formati dallo stesso compressore e da una ampolla.
Il compressore forma un flusso d’aria che crea una depressione all’interno dell’ampolla. Questa depressione va a risucchiare il farmaco o la stessa acqua di Sirmione. Queste particelle vengono colpite dall’aria e avviene il processo di nebulizzazione con la creazione di particelle microscopiche che andranno a curare il paziente o la persona affetta da infezione respiratoria.
Per capire se un aerosol a pistone è di ottima qualità bisogna guardare la dimensione delle particelle che genera. Infatti la grandezza delle particelle sono proprio il fattore determinante nella scelta di un aerosol di qualità.

Sicuramente i due aerosol a pistoni più famosi sono il nebulizzatore Nebula e il nebulizzatore Bimboneb.

Aerosol ad ultrasuoni

Gli aerosol ad ultrasuoni sono sicuramente molto molto silenziosi. La cosa che li rende amatissimi è che mentre si fa l’aerosol è possibile ad esempio vedere un film. E la cosa non è da poco. Nei momenti in cui si fa l’aerosol non si è molto felici di farlo.

Tuttavia a vederla così sembrerebbe migliore di quello a pistone mentre bisogna dire che sono molto più soggetti a rotture e malfunzionamento rispetto i modelli a pistone.

Inoltre quelli ad ultrasuoni vengono visti dagli esperti del settore come oggetti che non riescono a nebulizzatore ottimamente ed inoltre non riescono a nebulizzare alcuni tipi di medicinali come quelli a base di cortisone.

Infatti gli aerosol ad ultrasuoni tendono a surriscaldare il medicinale da nebulizzare e di conseguenza possono alterare le caratteristiche dei farmaci. Valutate sempre insieme al medico quale può essere lo strumento più adatto alle vostra esigenze.

Nei fogli informativi di alcuni medicinali viene infatti segnalato di non utilizzare aerosol ad ultrasuoni per quella tipologia di farmaco. Quindi sicuramente prima di acquistare un aerosol valutate anche il tipo di medicinale che andrete ad usare.

Quali aerosol comprare?

I migliori sul mercato sono sicuramente il Nebula, Bimboneb e alcuni modelli Laica, proprio questa ultima marca sta crescendo a dismisura e sta migliorando di parecchio anche gli aerosol ad ultrasuoni. Cercando di farli avvicinare a quelli a pistone.
Per cercare il miglior aerosol potete vedere direttamente qui.

Accessorio consigliato: Rinowash

E’ consigliato per i bambini utilizzare insieme al nebulizzatore anche il rinowash.

Rinowash è l’accessorio più famoso per Aerosol. Infatti grazie ad esso, è possibile fare sia ai bimbi ma anche agli adulti, una doccia nasale micronizzata. Essa è utile per combattere tosse e permette di liberare la parte alta delle vie respiratorie.

Questo strumento è infatti consigliatissimo per tutti i genitori perchè permette di liberare le vie respiratorie da muco e catarro. Non fatelo mancare dopo la nascita dei vostri figli/nipoti. E’ sicuramente quanto di meglio c’è sul mercato per liberare l’albero bronchiale.

Tra l’altro i bambini non odiano il rinowash perchè la sua forma ed i suoi colori sono stati pensati anche per loro.

Al posto del rinowash per gli adulti invece è consigliatissima la classica mascherina, quella utilizzata da sempre anche dai nostri genitori.

Rinowash aiuta quindi ad effettuare un’accurata igiene nasale, e a migliorare la respirazione anche di notte se effettuate di sera.